Martini & Rossi

Imprese Longeve

 Martin & Rossi

Martini & Rossi: vini e liquori in uno stile unico

DI PARIDE RUGAFIORI

 

Martini & Rossi occupa da protagonista un posto di assoluto rilievo nel panorama internazionale del beverage non solo per i prodotti che fin dalle origini ne hanno distinto il successo, ma per un particolare modo di comunicare il brand e insieme di far comunicare l’impresa, il suo marchio con la società, la cultura, lo sport, la moda, il cinema.

Così da creare uno stile distintivo e diventare un’icona del vivere contemporaneo nel mondo.

Lo stile Martini: sport, arte, musica, pubblicità

La guerra mette in gravi difficoltà l’azienda e i suoi uomini. La direzione sfolla da Torino a Pessione, dove però la linea ferroviaria viene colpita varie volte con danni anche allo stabilimento e ai magazzini, oggetto di continue razzie da parte dei soldati tedeschi. E le distruzioni colpiscono anche in altri paesi dove si combatte.

I danni si rivelano non solo materiali ma anche economici per effetto della produzione quasi del tutto bloccata ma senza riduzioni della forza lavoro per evitare pesanti conseguenze al personale, nel pieno di una guerra che è anche civile e di resistenza ai nazifascisti.

Tuttavia la ripresa è abbastanza rapida e viene percepita attraverso i classici prodotti Martini che riprendono a essere acquistati in tutto il mondo ma anche via radio, con le note musicali dei Grandi concerti Martini ripresi a fine 1945, dopo la sospensione decisa nel marzo 1943 a sette anni dal loro avvio, nel 1936, sponsorizzati dallo spumante secco Riserva di Montelera.

Dai Concerti Martini alle Terrazze Martini, diventate il luogo e il simbolo di un particolare modo di comunicare il brand Martini & Rossi e al tempo stesso di far comunicare l’impresa, il suo marchio con la società, la cultura, la politica, lo sport, la moda, il cinema attraverso i loro grandi protagonisti, in uno stile distintivo, sempre misurato e cordiale.

Alle origini delle Terrazze, nel 1948, è Parigi, dove si inaugura la prima, seguita dalle altre, sempre in location prestigiose al vertice di edifici importanti e panoramici a Milano, Barcellona, Bruxelles, Londra, San Paolo del Brasile, Genova, ma anche a Pessione, con realizzazioni sovente segnate nel progetto dagli interventi creativi di Tommaso Buzzi.

Dalle Terrazze allo sport, dove la Martini & Rossi interviene già dai primi anni Cinquanta come nel recente passato, ma ora quale sponsor esterno nei circuiti dei Gran premi automobilistici. A partire da queste attività saltuarie passa poi all’impegno costante e diretto quando, nel 1958, viene fondato a Londra il Martini International Club per iniziativa di Theo Rossi di Montelera che organizza innumerevoli manifestazioni sportive in tutto il mondo. È una presenza talmente diffusa da legare indissolubilmente il nome Martini a un’ampia parte dell’attività sportiva degli anni Sessanta e Settanta in numerose discipline come vela, motonautica, scherma, tennis, golf, ippica, sci, basket. Ma in particolare nell’automobilismo.

Infatti, il Martini International Club origina nel 1970 il Martini Racing Team, che deve molto all’impegno di Gregorio Rossi di Montelera, figlio di Theo. Con una vocazione principalmente motoristica, il Team scende in pista nelle competizioni internazionali, dall’Endurance alla Formula 1 ai rally, diventando partner delle maggiori scuderie automobilistiche e ottenendo prestigiosi successi mondiali con Porsche, Lancia, Brabham, Lotus.

Se a queste già poliedriche attività si aggiungono le sponsorizzazioni di grandi mostre d’arte a partire dagli anni Ottanta, i premi internazionali per i barman, la pubblicità video-televisiva affidata alle grandi firme del settore e ai volti più noti del cinema mondiale, si ricava il quadro, ampio, di un’esperienza comunicativa originale e in continuo aggiornamento ma sempre in grado di trasmettere al meglio lo stile Martini come stile di vita ricco di fascino, coinvolgente e seduttivo.